Differenze
Ci sono tantissime differenze tra l'Italia e la Repubblica Dominicana sotto numerosi punti di vista. Le abitudini, il clima, la moneta, i modi di fare, ecc.
A volte si rimane interdetti perchè si assiste, magari, ad un qualcosa che per noi non ha senso, mentre è la normalità da quelle parti.
Cominciamo...
I motoconcho: sono delle moto e degli scooter che lavorano come taxi (spesso autorizzati, a volte abusivi). Il casco sarebbe obbligatorio e non si dovrebbe trasportare piu' di una persona però... ;-)
Il saluto: salutare con un semplice "Hola" chi si incontra per strada, anche se non lo si conosce, è normale educazione (un'ottima tradizione dominicana). Se la persona invece è conosciuta spesso la si bacia sulle due guance e guai a non sorridere :-)
La moneta: viene usato il Peso dominicano. Un euro vale tra i 45 ed i 60 pesos dominicani. Cambiate i soldi dai cambiavalute migliori, non dal primo che capita... Usate anche i bancomat per prelevare dalle carte di credito.
Il clima: diciamo che generalmente è sempre caldo ed abbiamo detto tutto. Non ci sono stagioni e gli uragani avvengono tra settembre e novembre, ma spesso per fortuna non fanno danni. Una volta ho ascoltato due dominicane che ridevano parlando di noi italiani che avevamo dei vestiti per il caldo ed altri per il freddo (un'assurdità da quelle parti).
I venditori: se vi sdraiate in spiaggia sarete costantemente "disturbati" dai venditori ambulanti che vi proporanno di acquistare di tutto o di farvi un massaggio o una pedicure. Vi consiglio di comprare qualcosa perchè è roba interessante ed una pedicure per pochi pesos... vale veramente molto. Se non siete interessati, basta che diciate "No gracias" e vi lasceranno in pace. Ok, magari dovrete dire questa frase 30 volte al giorno ma... cosa vi costa?
Le dicerie: chi non è mai stato in Repubblica Dominicana vi dirà che è pieno di prostitute, di spacciatori, di delinquenti e chi più ne ha, più ne metta. Balle o meglio naturalmente c'è del vero, ma come per qualsiasi altra nazione mondiale (in Italia non c'e' droga, prostituzione e delinquenza? ma per favore...). Giudicate sempre di persona, non fatevi condizionare da niente e nessuno, specie dei preconcetti di chi non ha le possibilità di andare in quei posti da sogno...
La religiosità: la religione principale è il cattolicesimo, seguito dai cristiani evangelici (quelli che chiamiamo anche "protestanti"). La religione è molto sentita e se per caso doveste vedere una madre con una piccola bambina in braccio, non limitatevi a dire "Che bella bimba!", ma aggiungete "Que Dios la bendiga!" e sarete apprezzati veramente molto. Non dirlo... porta male, sostengono. ;-)
I pullman: qua si chiamano "Guagua" e sono splendide. Anche per i tragitti brevi sono caratteristiche e molto belle. Sono anche dotate di connessione internet wifi gratuita e c'è sempre musica tropicale in sottofondo. La gente è la vera parte migliore della guagua perchè è sempre cordiale ed educata.
La cucina: se cucinate voi, non comprate la pasta al supermercato o al colmado (sarebbe il negozio di alimentari) perchè non è quella italiana, sebbene magari la marca sia "Milano". Mangiate prodotti dominicani, provate la cucina dominicana, non lasciatevi sfuggire l'assaggio alla cucina di strada perchè è ottima igienica e vi sorprenderà. Divorate la frutta locale che ananas e mango così, qua ce li sognamo, credetemi. Bevete come i dominicani i succhi di frutta freschi, naturali (specie quello di "cinola", cioè il frutto della passione) perchè sono ottimi e nutrienti. Se poi amate il pesce... beh, ve lo vendono fresco sulla spiaggia. Andate a mangiare al ristorante? Approfittatene perchè i prezzi sono bassi e la qualità ottima, anche se decidete di farvi fare un piatto di pasta, magari alla bolognese. Mangiate dominicano, capito? :-)

Volete conoscere le altre differenze? Andate a trovarle sul posto... ne vale la pena, sono praticamente tutte piacevoli. :-)